Bonus Mobilita’ 2020

Aggiornato il

Bonus Mobilita’ 2020

Il bonus mobilita’ 2020 anche chiamato “Bonus Bici” e’ un incentivo alla mobilita’ sostenibile previsto dal Decreto Rilancio Art 229. (pdf) del 19 Maggio.

In questa pagina esploriamo tutti i dettagli del bonus mobilita’ 2020 e tutti i passi per richiederlo.

In cosa consiste il bonus mobilita’ 2020

Il bonus mobilita’ (o bonus bici) copre il 60% della spesa sostenuta per l’acquisto del mezzo fino ad un massimo di 500 euro.

Il bonus mobilita’ e’ spendibile per l’acquisto di biciclette, biciclette pieghevoli, biciclette a pedalata assistita, biciclette a scatto fisso e di mezzi elettrici per la mobilita’ personale compresi monopattini elettrici o hover elettrici. Sono anche incluse le piu' classiche biciclette da citta', o da corsa o mountain bike.

Dal bonus mobilita' sono esclusi accessori come potrebbero essere caschetti, luci, o pezzi di ricambio.

Il bonus mobilita’ e’ retro-attivo, il che significa che e’ possibile richiederlo anche per acquisti gia' fatti. A patto che si sia conservata la fattura e che l’acquisto sia avvenuto dopo il 4 Maggio 2020.

Per scoprire l’entita’ del bonus inserisci il costo del mezzo che vuoi comprare nella casella sottostante.

Sconto bonus mobilita’:

Costo effettivo:

A chi e’ rivolto

Lo scopo del bonus e’ quello di incentivare la mobilita’ personale sostenibile specialmente nei grandi centri urbani, cercando quindi di ridurre il traffico, l’inquinamento e l’uso dei mezzi pubblici nei quali il COVID-19 si diffonde facilmente.

Il bonus mobilita’ non e’ rivolto a tutti, ma solo ai cittadini maggiorenni delle grandi citta’. In particolare e’ necessario essere residenti in una delle seguenti localita’:

Per scoprire se il tuo comune soddisfa questi requisiti e’ sufficiente inserirlo qua sotto.

Il bonus mobilita’ e’ erogabile solo una volta per persona. Questo dettaglio ha implicazioni pratiche importanti che discuteremo piu’ sotto nella guida agli acquisti.

Sfortunatamente non e' possibile sfruttare il bonus su diversi acquisti, nemmeno se sotto la soglia complessiva dei 500 euro.

I fondi stanziati

I fondi stanziati per il Bonus Mobilita' 2020 sono pari a 120 milioni di euro.

Al momento, si stima che i fondi stanziati saranno sufficienti a coprire solo una parte dei possibili acquisti.

Se si stima una spesa media di 500 euro per mezzo, e quindi un rimborso si 300 euro, i fondi coprirebbero appena 400 mila acquisti.

Consigliamo quindi di essere preparati per la richiesta del rimborso. In particolare con le credenziali SPID e la fattura dell'acquisto pronte.

Lasciando la tua email ti avvertiremo non appena sara' possibile richiedere il rimborso.

Si vocifera che i fondi per il bonus mobilita 2020 potrebbero aumentare, ma queste sono solo indiscrezioni al momento.

Cosa e’ necessario

Ad oggi e’ assolutamente necessario conservare la fattura relativa all’acquisto del mezzo. Non lo scontrino, ma la fattura. Fattura che riporta il nome dell’acquirente.

Si segnale che al momento il bonus mobilita’ viene erogato sotto forma di rimborso. Nel futuro, il bonus mobilita’ sara’ erogato come sconto direttamente all’acquisto del mezzo.

La divisione in fasi

Per agevolare l’erogazione del bonus mobilita’ sono state previste due fasi. La prima fase iniziata il 4 Maggio 2020 durera' fino al giorno in cui non sara' attivata l’applicazione web del Ministero dell’Ambiente (entro il 19 Luglio). La seconda fase durera’ dalla attivazione della applicazione web fino al 31 Dicembre 2020.

Fase I (Attuale)

In questa fase e’ previsto il rimborso sull’acquisto. Il beneficiario del bonus mobilita' deve quindi anticipare l’intero importo e conservare la fattura fino alla pubblicazione dell’applicazione web del Ministero. Non appena quest'ultima sara’ disponibile si potra' richiedere il rimborso previsto.

Fase II (Entro 19 luglio)

Nella seconda fase e’ invece previsto lo sconto direttamente sull’acquisto, quindi si paghera’ direttamente meno e non sara’ necessario ricevere nessun rimborso.

In questa fase, per usufruire del bonus mobilita’, sara’ necessario comunicare al Ministero, tramite l’applicazione web, quale acquisto si desidera effettuare. L’applicazione rendera’ quindi disponibile un buono spesa. Sara’ necessario consegnare il buono spesa al negozio, che a sua volta applichera' immediatamente lo sconto previsto.

Dettagli

Al momento non sono ancora disponibili i vari dettagli relativi all’uso e alle tempistiche della applicazione web. Entro il 19 Luglio l'applicazione dovrebbe essere disponibile. Ma e’ possibile che lo diventi anche prima.

Noi stiamo seguendo con attenzione la questione e lasciando la tua email nella casella sottostante riceverai gli aggiornamenti necessari.

SPID

Al momento e' chiaro che per usufruire del bonus mobilita’, (o bonus bici) sara’ necessario fare il login presso l’applicazione del Ministero dell'Ambiente utilizzando SPID.

Ottenere SPID e’ relativamente semplice, ma richiede del tempo.

Considerando che SPID diventera’ sempre piu’ importante per i rapporti con la pubblica amministrazione consigliamo a tutti e ovviamente agli interessati al bonus mobilita’ di attivare le pratiche il prima possibile.

Quel che e' certo, senza SPID non sara’ possibile ricevere il Bonus Mobilita’ o Bonus Bici.

Acquistare Online

L’acquisto online e’ sicuramente il piu’ conveniente in questo periodo.

Ci sono pero’ due questioni pratiche da tenere in considerazione, l’ottenimento della fattura e chi formalmente acquista il mezzo.

Nella prima fase (Fase I) del Bonus Mobilita’ e’ necessario ottenere la fattura dal rivenditore per usufruire del bonus. Senza la fattura sara’ impossibile ottenere il bonus.

Fortunatamente, i piu’ importanti rivenditori online permettono di ottenere la fattura in modo semplice.

Il Bonus Mobilita’ puo’ essere usato solo una volta, quindi e’ fondamentale che la fatturazione sia fatta in modo corretto. Se in una stessa famiglia si vuole usufruire piu’ volte del bonus e’ necessario avere delle fatture, diverse, intestate a persone diverse.

Le piattaforme online usano il nominativo della carta di credito per emettere la fattura, quindi per usufruire del bonus mobilita’ non si potra’ pagare due volte con la stessa carta di credito. In quel caso, infatti, risulterebbe che la stessa persona ha usufruito del bonus piu' volte.

Facebook
Twitter
E-Mail
WhatsApp
Telegram